QUALI VERDURE COLTIVARE A SETTEMBRE

A settembre si possono seminare in pieno campo cavolo verza, indivia, lattughino da taglio, prezzemolo, radicchio, ravanelli, rucola, scarola, spinaci. I semenzai si possono predisporre con carote, cime di rapa, cipolle, rape e bietole. Inoltre sarà possibile trapiantare cavoli, cicoria, finocchi, porri e radicchio (non da taglio).

L’insalata richiede un terreno soffice e leggero, ben drenato, ricco di sostanze nutritive, in particolare di azoto. È consigliabile coprire le piantine con un velo di tessuto non tessuto, in maniera da proteggerle sia dal caldo eccessivo che dal freddo. Fate attenzione al drenaggio del terreno, per evitare ristagni d’acqua che farebbero marcire le radici.

Tra gli altri ortaggi da coltivare a settembre, ricordiamo il finocchio, che deve essere trapiantato interrando di circa 5 centimetri il colletto della pianta, in un terreno sabbioso, lo stesso consigliato per la semina delle carote. Ravanelli, porri e cipolle sono ottimi compagni delle carote in quanto l’una allontana i parassiti dell’altra (la carota allontana la mosca della cipolla e il verme del porro, viceversa la cipolla scaccia la mosca della carota).

SCOPRI DAL NOSTRO CATALOGO IL NOSTRO ASSORTIMENTO SERRE.

Erbe aromatiche: cosa coltivare a settembre

Ora che abbiamo visto che ortaggi piantare a settembre, passiamo a prendere in esame le erbe aromatiche.

Settembre è il momento perfetto per la riproduzione a talea del rosmarino: scegliamo un rametto abbastanza legnoso e senza fiori, spuntiamo tutte le foglie e interriamolo per 2-3 cm, ponendolo in un posto riparato dal sole diretto: per la stagione successiva avremo una nuova rigogliosa pianta aromatica. Anche salvia e maggiorana possono riprodursi con lo stesso metodo in questo periodo.

Riproduzione del rosmarino a settembre

Da seminare sono aneto, coriandolo, prezzemolo, sedano. In questo mese dovremo anche raccogliere i semi di varie piante come cumino, anice, finocchietto, aneto, tutti da usare come spezie oltre che per la semina dell’anno successivo. Tutte queste piante sono infatti annuali, e una volta prodotti i semi terminano il loro ciclo vitale.

SCOPRI LA NOSTRA CATEGORIA MANUTENZIONE ORTO E GIARDINO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *